Il Duomo

- Toscana Viva

Il Duomo

Il DuomoPur essendo stato completamente ricostruito nel secondo dopoguerra, il Duomo di Livorno conserva le caratteristiche dell'originale impianto progettato e realizzato tra il 1594 ed il 1606 dagli architetti Pieroni e Cantagallina. Al suo interno opere d'arte e decorazioni sono quelle autentiche, scampate ai bombardamenti, cos come sono state miracolosamente ritrovate le campane della torre originaria, anch'essa ricostruita nel 1953.

L'opera avrebbe dovuto essere iniziata, per volere di Francesco I de' Medici, nel 1581, ma i lavori si sono poi interrotti e sono stati ripresi da Ferdinando I, che ne ha assegnato la direzione al Cantagallina. Il nuovo architetto ha apportato alcune significative modifiche ai disegni di Pieroni. Il campanile viene costruito in un secondo momento, nel 1607, mentre il transetto e le cappelle laterali risalgono al XVIII secolo.
Il futuro duomo viene consacrato come pieve nel 1606 e successivamente nominato collegiata nel 1629. Il titolo di cattedrale gli viene conferito solo nel 1806. I bombardamenti del 1943 ne hanno gravemente danneggiato la struttura ed hanno abbattuto la torre campanaria, ma non hanno impedito che i livornesi riuscissero a riedificare l'edifico in tutto il suo antico splendore, con la sua facciata semplice, preceduta da un portico, e la pianta a navata unica.
Purtroppo andato perduto il soffitto interno decorato da Vincenzo Ricordati detto l'Imperatore. Sono stati invece restaurati e messi al suo posto il "Trionfo di Santa Giulia" di Jacopo Ligozzi, la "Assunzione della Madonna" di Domenico Cresti da Passignano ed il "San Francesco che riceve il bambino da Maria" di Jacopo Chimenti da Empoli, tele dipinte tra 1619 e 1623. Nel Duomo di Livorno presente anche un piccolo dipinto cinquecentesco della scuola di Andrea Del Sarto, raffigurante la "Sacra Famiglia con San Giovanni e San Paolo".
Alla sinistra del transetto settecentesco si trova la cappella del SS. Sacramento, opera dell'architetto Giovanni Del Fantasia. Al suo interno sono ammirabili l'altare di Giovanni Baratta ed i dipinti di Giuseppe Maria Terreni che ha raffigurato Sant'Ambrogio, Sant'Agostino, San Girolamo, San Gregorio Magno. A destra del transetto si trova invece la cappella della Madonna. Completamente distrutta anch'essa dai bombardamenti, stata riedificata ed arricchita con dipinti del Gazzarini.
Scegli online bed and breakfast, alberghi ed hotel a Toscana
con il nostro sistema di prenotazione online.

Approfondimenti
Chi Siamo | Servizio Informazioni | Mappa del Sito | Privacy Policy
italiano | english
Toscana